EVO & EVO+ VISIAN

Vedi il mondo senza la noia di lenti a contatto e occhiali

EVO ed EVO+ sono l’evoluzione delle lenti ICL nella correzione dei difetti visivi. Pensa ad una lente impiantabile che lavora con il tuo occhio per correggere la tua vista. Niente occhiali e niente lenti a contatto. I benefici sono ben evidenti per tutti coloro che soffrono di miopia, ipermetropia e astigmatismo.

Cosa significa ICL? ICL significa Lente impiantabile Collamer®: è un tipo di procedura refrattiva che aiuta a correggere i disturbo più comuni della vista (miopia, ipermetropia, astigmatismo). In parole semplici, ICL è un impianto di lente rimovibile che rappresenta un’alternativa interessante alla procedura LASIK e ad altri interventi di chirurgia refrattiva.

ICL EVO non induce lo sviluppo della sindrome dell’occhio secco

icl evo

Il 20% dei pazienti può manifestare la sindrome dell’occhio secco dopo un intervento di Lasik e PRK. Con le lenti ICL grazie al materiale biocompatibile con cui è realizzata Collamer si mantiene inalterata la composizione chimica dell’occhio e non si induce la sindrome dell’occhio secco.

ICL EVO è in armonia con il tuo occhio

evo2
LASIK & PRK sono procedure che sottraggono del tessuto, irreversibili (non si può ritornare alla situazione precedente l’intervento).
Le ICL EVO sono invece una metodica di tipo additivo, sempre rimovibili, quindi si può ritornare alla situazione iniziale dopo averle rimosse.

Per informazioni e prenotazioni visite presso gli studi di Milano e Torino
chiama il n. 0113186318, scrivi a occhio.bellone@gmail.com oppure utilizza la pagina contatti.

Una ICL EVO si può rimuovere

evo3Il paziente EVO può correggere il proprio difetto visivo senza preoccupazioni. Nel raro sfortunato caso che sia necessario rimuovere la lente ICL EVO si può fare senza problemi perché è completamente rimovibile. Il nostro centro segue il paziente anche per questa procedura.

Una procedura rapida

evo4
Il Collamero è un materiale che consente una metodica di inserimento della lente molto rapida e pochissimo invasiva. Solo 3,5 mm! Ciò ci consente di ottimizzare i tempi e il paziente non sentirà dolori dopo. Meno di 20 minuti sono sufficienti per completare l’intera metodica.

Domande frequenti dei pazienti sulle ICL

ICL è visibile agli altri? No. ICL è posizionata dietro l’iride (la parte colorata dell’occhio), dove è invisibile sia al paziente sia agli altri. Solo l’oculista sarà in grado di dire se la correzione della visione sia avvenuta.
Percepirò la presenza di ICL una volta inserita? ICL non è generalmente percepibile dopo che è stata impiantata. Non aderisce ad alcuna struttura né si sposta all’interno dell’occhio una volta in sede.
Che cosa comporta la procedura ICL? L’intervento di chirurgia ICL si svolge in day hospital, ovvero il paziente è operato e dimesso nello stesso giorno. La procedura in sé dura generalmente 20-30 minuti o meno. Il paziente avrà bisogno di qualcuno che lo riaccompagni a casa nel giorno dell’intervento. La procedura ha inizio con la somministrazione di un lieve anestetico topico o locale. Durante o dopo l’operazione il fastidio è minimo. Potrebbe essere prescritta la somministrazione di gocce oculari o farmaci e il giorno dopo l’intervento si fissa generalmente una visita di controllo dall’oculista di fiducia.
Qual è la storia di ICL? Prima di essere immessa in commercio, ICL è stata oggetto di un ampio lavoro di ricerca e sviluppo. Ad oggi, in tutto il mondo sono state impiantate oltre 550.000 lenti della serie ICL. Nell’ambito di uno studio clinico condotto negli USA, oltre il 99 percento dei pazienti si è dichiarato soddisfatto dell’impianto. ICL vanta eccellenti risultati clinici. Inoltre, la lente è disponibile a livello internazionale da oltre 15 anni.

Importanti informazioni sulla sicurezza
Prima di valutare l’eventualità di un intervento EVO TICL e ICL, è necessario sottoporsi a un esame della vista completo e consultare l’oculista di fiducia sulla procedura, specialmente in merito ai potenziali benefici, rischi e complicanze. Informarsi sui tempi di recupero dopo l’intervento.

Bibliografia
1. Visian ICL Patient Information Booklet
2. By not removing and reshaping corneal tissue, the Visian ICL procedure does not induce dry eye syndrome.
Naves, J.S. Carracedo, G. Cacho-Babillo, I. Diadenosine Nucleotid Measurements as Dry-Eye Score in Patients After LASIK and ICL Surgery. Presented at American Society of Cataract and Refractive Surgery (ASCRS) 2012.
3. Shoja, MR. Besharati, MR. Dry eye after LASIK for myopia: Incidence and risk factors. European Journal of Ophthalmology. 2007; 17(1): pp. 1-6.
4. Parkhurst, G. Prospective Comparative Trial of LASIK vs. ICL for Night Vision Performance. Presented at the Annual Meeting of the AAO, Chicago, 2010.
5a. Parkhurst, G. Psolka, M. Kezirian, G. Phakic intraocular lens implantantion in United States military warfighters: A retrospective analysis of early clinical outcomes of the Visian ICL. J Refract Surg. 2011;27(7):473-481.
5b. Gimbel, Howard V et al. Management of myopic astigmatism with phakic intraocular lens implantation. Journal of Cataract & Refractive Surgery , Volume 28 , Issue 5 , 883 – 886.

evo-icl-liberi copia

This post is also available in: en