ItalianoEnglishInfo & Reservations+39.011.3186318 +39.327.9003802

Vitrectomia mininvasiva: la mia esperienza come chirurgo

Dal 2015 abbiamo l’opportunità di poter utilizzare l’ultima frontiera della vitrectomia mini-invasiva.

È stato un grande apporto tecnologico quello fatto dalle aziende di riuscire a miniaturizzazione ulteriormente i diametri dei vitrectomi e di tutti gli accessori che vanno all’interno dell’occhio.

La vitrectomia è un intervento in cui si eseguono tre piccoli fori all’interno della sclera che è la parte bianca dell’occhio per accedere all’interno dell’occhio e eseguire delle manovre chirurgiche il più mini invasive possibile.

È chiaro che tanto più è piccola la porta da cui si entra tanto minore è il m per l’occhio e tanto maggiore è la velocità di recupero per il paziente e quindi il risultato chirurgico.

Ovviamente dal 2015 a oggi noi abbiamo spostato la nostra chirurgia vitreoretinica verso la mini-invasiva completa e totale.

Non utilizziamo i diametri superiori al 25G e usiamo praticamente solo la vitrectomia mini-invasiva a 27G.

La mini-invasiva a 27G è sul mercato dal 2015. Siamo nel 2021 e in questi sei anni abbiamo accumulato una grande esperienza di vitrectomia a 27G che ci consente di eseguire quasi tutti gli interventi sulla retina.

Quindi tutte le chirurgia vitreoretiniche vengono eseguite con tecnica mini-invasiva o a 27G, quindi per i casi meno complicati (quelli di routine come le membrane epiretiniche o le emorragie vitreali, le opacità vitreali importanti) fino ad arrivare ai distacchi di retina e ai casi invece più complicati come la retinopatia diabetica proliferante che vengono eseguite a 25G Anche le complicanze della cataratta le eseguiamo con la 25G.

Naturalmente la 27G è la massima miniaturizzazione che esiste oggi e l’ultima frontiera di quanto più piccolo può essere il foro che viene eseguito all’interno dell’occhio.

Tutto questo si ripercuote su un grande recupero funzionale per il paziente, un dolore assente nel post-operatorio e una performance visiva recuperata in maniera molto rapida e in tempi molto rapidi.

Abbiamo eseguito per primi queste vitrectomie mini-invasive nel 2015 quando venne presentata in Italia la macchina che poteva supportare questa tecnologia.

Da allora non abbiamo fatto retromarcia anzi stiamo guardando avanti cercando di utilizzare la mini-invasiva a 27G in tutti gli interventi chirurgici.

Call Now Button
Apri la chat
1
Come possiamo aiutarti?