La lettura condivisa come terapia: il racconto di Paola e del giovane Enea

La lettura condivisa come terapia: il racconto di Paola e del giovane Enea

Paola Toldo, una donna di 55 anni, vive da dieci anni con una malattia autoimmune che le ha progressivamente tolto la vista. La sua vicinanza con Enea, un bambino di 10 anni che è cresciuto accanto a lei, ha dato una svolta positiva alla sua vita. Enea ha imparato a leggere non solo per sé, ma anche per aiutare Paola a continuare la sua passione per i libri, diventando i suoi “occhi” nel mondo della letteratura. La storia illustra come Enea abbia letto ad alta voce per Paola, registrando persino audiolibri per lei, facendo di ogni libro un viaggio condiviso.

È un articolo pubblicato su superabile.it ad attirare la nostra attenzione su questa commovente storia.

La generosità e l’empatia di Enea si manifestano nelle piccole azioni quotidiane, come quando ha insistito affinché Paola tenesse una boccia di Natale regalatagli, dimostrando una maturità emotiva notevole per la sua età. Questo legame speciale ha permesso a Paola di non solo mantenere ma anche condividere la sua passione per la lettura nonostante la sua disabilità visiva, evidenziando il potere della solidarietà e del supporto reciproco in situazioni di difficoltà.

Clicca QUI per continuare a leggere l’articolo.

Per qualsiasi chiarimento in merito alle malattie oculari, non esitate a contattare il Dottor Alberto Bellone.